LE PUNTURE

Nei lavori della campagna capitava spesso di essere punti dagli insetti.
Si consigliava poggiare sulla parte dolorante la lama di un coltello o di un attrezzo agricolo;
altri disinfettavano con il lattice che esce dal picciolo di una foglia di fico o con l'aglio, ottimo antisettico.

GLI STRAPPI MUSCOLARI

invece, venivano trattati spalmando sulla parte traumatizzata "l'assogna", il grasso del maiale dal quale si ricava 
"lu strutt'.