LA RÒCCA  
Siamo in primavera, è il 25 marzo, due ragazzette vengono al paese con i vestiti a festa, una ha in mano la ròcca e un cestino di vimini.Per le generazioni moderne è necessario spiegare che la ròcca è un bastone di media lunghezza ricoperto all'estremità superiore di stoffa alla quale sono appese immaginette sacre, medagline, rosari ed il tutto ricoperto di un velo di tulle bianco.
Si fermano dinanzi alla porta di una casa, tolgono il velo dalla ròcca e cantano una nenia popolare sull'Annunciazione dell'Angelo alla Vergine Maria. Terminato il canto, con devozione ricoprono la ròcca, dicono "Sia lodato Gesù Cristo" e ricevono qualche dolcetto oppure qualche uovo che pongono nel cestino. Si allontanano con un dolce sorriso per fermarsi presso altre case e ripetere l'annuncio sacro.
La ròcca, il fuso, l'arcolaio della nonna! Quanti ricordi, oggi tutto è scomparso!