LA MALARIA

Oggi la malaria è stata debellata con il chinino; ma un tempo, quando si andava per lavoro nelle paludi pontine, c'era il rischio di rimanere colpiti da questo grave morbo.
Per curare la malaria si prendeva una cipolla, si tagliava a metà, si aggiungeva sale e peperoncino rosso, si pestava ed, infine, si applicava al polso destro per quattro o cinque giorni.
Se la febbre non scompariva, si ripeteva la cura.